MONSIEUR ZERO 26 LETTERE SU MANZONI, QUELLO VERO

Cortellessa, Andrea

Prezzo: 14.00 Euro


Assaggio di lettura Visualizza Rassegna Stampa


PICCOLA BIBLIOTECA DI LETTERATURA INUTILE - ITALO SVEVO ®

n. 13 - 130 pagine arabe intonse, illustrato.
Dimensioni a libello chiuso 12X19, interno stampato su carta Fabriano Palatina, copertina a colori stampata su carta Fabriano Fabria Brizzato.
Copertina: Piero Manzoni - Alfabeto - Scheiwiller, 1962 © Redazione e Impaginazione: Studio editoriale 42Linee 
Codice ISBN 978-88-99028-26-8
Uscita: aprile 2018

Editing di Giovanni Nucci

«[...] A sostenere come un'armoniosa ragnatela la narrazione sullo scandaloso lombardo, sono le parentele artistiche, di cui Cortellessa dà conto: dal nonno Duchamp, ai padri Burri e Fontana, al fratello azzurro Klein, ai cugini tedeschi del Gruppo Zero a quelli internazionali che operano sotto la bandiera situazionista. [...] illustra anche il ramo dei poeti compagni di avventura [...] i Novissimi Balestrini, Porta e Pagliarani, e poi Emilio Villa, Cesare Vivaldi, Vincenzo Agnetti. Tutti costoro scrissero di Manzoni in vita, non solo perché poetico era senza dubbio l'afflato esistenziale di chi scrisse [...] ma perché quei poeti percepivano l'appartenenza comune a quella regione dello spirito che loro chiamavano, sulla scorta di Roland Barthes, "il grado zero della scrittura" [...]» - Guglielmo Gigliotti, Il Giornale dell'Arte

Piero Manzoni è stato l'artista più dirompente del suo tempo. Se in vita veniva considerato uno zero, oggi gli zeri si moltiplicano nelle sue valutazioni di mercato. Questo saggio, diviso in 26 piccole monografie critiche, una per ogni lettera dell'alfabeto, verifica che ancora oggi i suoi paradossi (merda d'artista), mettono ancora in crisi i più inveterati pregiudizi sull'arte.

<<  Indietro