ROBERT SCHUMANN LETTERE DA ENDENICH

Tuena, Filippo (a cura di)

Prezzo: 13.00 Euro


Assaggio di lettura Visualizza Rassegna Stampa


PICCOLA BIBLIOTECA DI LETTERATURA INUTILE - ITALO SVEVO ®

n. 10 - 108 pagine arabe intonse,
dimensioni a libello chiuso 12X19, interno stampato su carta Fabriano Palatina, copertina a colori stampata su carta Fabriano Fabria Brizzato.
Copertina: Maurizio Ceccato - Ifix ©
Codice ISBN 978-88-99028-23-7
Uscita: settembre 2017

Editing di Giovanni Nucci

«Nel suo Schumann Filippo Tuena recupera con intelligenza il genere epistolare, finendo per affrontare con grande finezza e passione il discorso sul genio» - Chiara Fenoglio

“Che gioia, amata Clara, mi hai portato con la tua lettera e con il ritratto. La mia fantasia è stata molto scombussolata nelle molte notti insonni; solo ora ti rivedo nei tuoi tratti nobili e veri. E che tu scriva dei nostri parenti e dell’attitudine musicale di Julie mi ha reso felicissimo di cuore. E così anche per quello che scrivi di Brahms e Joachim e delle composizioni di entrambi.”

Gli eventi che portarono Schumann a chiedere egli stesso il ricovero in una clinica per alienati non sono riconducibili a una sola patologia, a un solo caso. Vi è un probabile tentativo di suicidio (non comprovato); una serie ripetuta di allucinazioni auditive; una forma di malinconia piuttosto grave che tuttavia non gli impediva la frequentazione degli amici o dei conoscenti. Quanto alle cause di questa instabilità emotiva: una malattia venerea contratta in gioventù; l’alcolismo; un probabile bipolarismo in una fase acuta e senza ritorno. Ancora frammenti, ciascuno con una sua verità. Le lettere dal manicomio di Endenich, qui tradotte e raccolte nel loro insieme per la prima volta in italiano, sono semplicemente uno dei frammenti di quell’immagine distrutta.

<<  Indietro

I nostri marchi